Museo del Marchio Italiano Logo
 
 
 

Il marchio Rex

 
Rex - Antonio Zanussi
Rex - Varo transatlantico
Rex
Rex - Frigorifero modello 301
Rex - Lavabiancheria modello 202
Rex
Rex
Rex
Rex
Rex - Pagina pubblicitaria
Rex
Rex
Rex - Pagina pubblicitaria
Rex
Rex
Rex - Pagina pubblicitaria
Rex
Rex - Pagina pubblicitaria

La storia del marchio Rex

Nel 1916 Antonio Zanussi, figlio di un fabbro ferraio, fondò a Pordenone la “Officina Fumisteria Antonio Zanussi” per la produzione artigianale di stufe e forni a legna; nel 1933 creò una linea specializzata per la produzione di elettrodomestici che chiamò “Rex”: fu per l’omonimo transatlantico che entrò trionfalmente nel porto di New York stabilendo il primato di velocità nell’attraversamento dell’Atlantico e conquistando il “Nastro Azzurro”. Da quella impresa gloriosa, felice premonizione di una storia di successi, nacquero gli elettrodomestici che hanno scandito la storia delle famiglie italiane contribuendo concretamente alla crescita della qualità della vita. Tutto questo è stato brillantemente sintetizzato nella frase “Fatti per essere il numero 1” che dal 1990 firma, insieme al marchio, tutta la comunicazione Rex. Il primo marchio del 1933, disegnato da Vincenzo Giudice, raffigurava uno scudo nero con la corona sovrastante e il logotìpo giallo “Rex” in carattere bastone alto. Negli anni Sessanta l’azienda investì molto sia sull’evoluzione produttiva che sul design dei suoi apparecchi tanto da conseguire il “Compasso d’oro” nel 1952 e nel 1967; nel 1962 il marchio perse lo scudo ma non la corona che viveva assieme alle tre lettere sfalsate tra loro. Nel 1966 il solo logotìpo era inscritto in un rombo giallo. Nel 1995 c’è stato il restyling fatto dallo studio inglese Minale & Tattersfield: il logotìpo è stato sviluppato ed evoluto in modo strettamente tipografico con una modifica nella gamba della lettera “R” ed una differente spaziatura complessiva, portando il marchio al passo con i tempi. Nel 2004 Rex è stata incorporata in Electrolux, il leader mondiale degli elettrodomestici: questa fusione coniugava il prestigio della marca italiana con la sensibilità Electrolux per le tematiche ambientali e sociali. Per conservare il patrimonio di valori Rex verso i consumatori il marchio Electrolux appariva defilato per suggellare l'identità di gruppo; poi, nel 2007, per la crescente importanza dell'incorporante nel marchio si sono ribaltati i pesi. Nella logica della nuova identità del gruppo Electrolux, nel 2010 il marchio Rex ha visto ridursi la presenza nella composizione.